Loader

Carenza sangue negli ospedali, come prenotare la donazione in tre passaggi

Carenza sangue negli ospedali, come prenotare la donazione in tre passaggi

Per chi vuole avvicinarsi al mondo della donazione di sangue e plasma e non sa ancora come fare, ecco alcune preziose indicazioni per compiere i primi passi:

1- Prima di prenotare la donazione di sangue o plasma occorre porsi una domanda: anche io posso donare? 

 I donatori sono persone dai 18 ai 65 anni circa, che godono di buona salute e che seguono uno stile di vita equilibrato. Per capire cosa significa esattamente “godere di buona salute” è possibile porsi alcune domande. Quali? Per cominciare, domande facili e generiche di questo tipo:

In questo periodo sto assumendo medicinali? La temperatura corporea è insolitamente alta? Per valutare il proprio stato di salute, e capire se si è idonei alla donazione, inoltre, esistono anche i quiz di autodiagnosi, quelli vengono sottoposti ai donatori di sangue in uno step successivo.

Se lo stato di salute non è ottimale, è consigliabile aspettare che migliori per tornare a pensare alla donazione di sangue.

2- Se la risposta è “sì, posso donare anche io”, il primo passo da compiere è invece quello di individuare nella propria la sede Avis più vicina e facile da raggiungere con i mezzi di cui si dispone (auto, bicicletta o a piedi). Contattarla telefonicamente, può essere un approccio diretto. Andando su questa mappa potete trovare le sedi Avis della provincia di Ancona.

3- Ultimo passo: prenotare. Individuato il numero, si può telefonare per prenotare la visita medica, l’analisi del sangue ed il primo colloquio col medico responsabile del centro trasfusionale. 

Durante la telefonata si verrà guidati nel procedimento per accedere alla donazione di sangue e plasma. L’operatore telefonico si assicurerà della nostra condizione di salute e poi vi inserirà in un calendario di appuntamenti che venga anche incontro alle vostre esigenze.

Due informazioni extra per prenotare la donazione di sangue

1 – Il centro trasfusionale in alcuni casi potrebbe non essere situato all’interno dell’ospedale, in ogni caso il personale Avis vi fornirà tutte le informazioni necessarie.

2 – Se il luogo individuato, non è così vicino alla vostra abitazione, nessun problema: Potete comunque recarvi presso il centro trasfusionale portando con voi l’autocertificazione.

In questo sito utilizziamo cookie. Accettando acconsenti al loro utilizzo da parte nostra.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi