Loader

Nuove varianti di Covid-19, il ministero rafforza le misure di sicurezza per i donatori

Nuove varianti di Covid-19, il ministero rafforza le misure di sicurezza per i donatori

La circolare emanata dal CNS raccomanda di ammettere alla donazione solo chi si è sottoposto alla quarantena.
I provvedimenti sono stati assunti a fronte del rischio elevato di nuove infezioni in Italia e negli altri Paesi europei
Il ministero della Salute, attraverso il Centro nazionale sangue, ha diramato una circolare con la quale indica nuove misure di sicurezza per i donatori di emocomponenti labili.
Il provvedimento si è reso necessario alla luce delle varianti di Covid-19 che, dal Regno Unito al Brasile, passando per il Sud Africa, rischiano di provocare nuovi contagi anche nel nostro Paese.
A tal proposito, come si legge nella comunicazione del CNS, per il contenimento della diffusione a livello globale, si raccomanda di:
​​​​rafforzare l’anamnesi per identificare i donatori con contatto, ad alto (contatti stretti) e a basso rischio, con casi COVID-19 sospetti/confermati per infezione da variante SARS-CoV-2;
ammettere alla donazione esclusivamente i donatori che hanno assolto alle misure di quarantena e controllo previste dalla sanità pubblica.

In questo sito utilizziamo cookie. Accettando acconsenti al loro utilizzo da parte nostra.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi