Non si vive di solo sangue

Si chiama plasmaferesi quel particolare processo che consiste nel prelievo di sangue e che permette la separazione della componente liquida da quella corpuscolata, il tutto avviene tramite un macchinario automatizzato che consente la divisione delle due componenti tramite centrifugazione.
Infatti durante la plasmaferesi al donatore viene sottratta solo la parte liquida del sangue mentre la restante componente cellulare gli viene restituita attraverso lo stesso ago del prelievo. Questo è possibile perché il macchinario funziona a cicli costituiti da una prima fase di prelievo e da una successiva fase di reinfusione della componente corpuscolata che non viene utilizzata.
Il plasma viene impiegato a livello farmaceutico in quanto è possibile trovare notevoli quantità di proteine nonché anticorpi, ormoni peptidici, fattori della coagulazione e proteine necessarie al trasporto delle sostanze insolubili. Questa è la parte che viene destinata solitamente a pazienti con deficit di specifiche sostanze plasmatiche, come per esempio i soggetti colpiti da emofilia A e B che presentano una forte carenza del fattore VIII e IX della coagulazione. Ma il plasma viene utilizzato anche per scopi clinici e viene somministrato tale e quale in pazienti affetti da particolari patologie.

Quanto plasma viene prelevato? Bisogna sapere che durante la plasmaferesi vengono prelevati solitamente 500 ml di plasma, ma niente paura perché il volume plasmatico viene immediatamente compensato attraverso l’integrazione di liquidi sia per via orale che tramite infusione di soluzione fisiologica nel momento della restituzione della parte corpuscolata.

Quanto dura una donazione di plasma? Rispetto a una donazione di sangue, quella del plasma dura un pochino di più e mediamente si impiegano circa 40 minuti: durante questo lasso di tempo vengono completati circa 3 cicli alternati tra il momento del prelievo e quella della reinfusione.

Quali requisiti bisogna avere per donare in plasmaferesi? I requisiti necessari per poter donare plasma sono simili a quelli della donazione di sangue intero, solo che l’intervallo tra una donazione e l’altra di plasma può essere anche di soli 14 giorni poiché il plasma di rigenera velocemente, ma sarà il medico trasfusionista a decidere quanto tempo lasciar passare tra una donazione e l’altra.

 

Sacca di plasma