Loader

Runts, cosa sapere da subito

Runts, cosa sapere da subito

Riportiamo un articolo guida a cura del CSV Marche su tappe e adempimenti per la trasmigrazione o iscrizione di Odv e Aps al nuovo Registro unico nazionale del Terzo settore, operativo dal 23 novembre. Con uno speciale focus sugli adempimenti da seguire rispetto all’ufficio Runts della Regione Marche e i link utili a documenti, piattaforme, schede e approfondimenti. 

ANCONA – Il RUNTS c’è! Finalmente dopo anni di attesa dall’emanazione del Codice del terzo settore, era il 3 agosto 2017, dal 23 novembre 2021 è operativa la piattaforma del Registro unico nazionale del terzo settore, un tassello fondamentale della Riforma. Il terzo settore ha una “casa”, abbiamo letto in questi giorni, in effetti è la prima volta che enti giuridicamente diversi ma con il fine comune della solidarietà sociale si trovano sotto lo stesso tetto e con la stessa qualifica giuridica, quella di ente del terzo settore.
Vediamo alcuni passaggi e cambiamenti importanti da subito.

La linea del tempo della trasmigrazione di ODV e APS dagli attuali registri al RUNTS

Dal 23 novembre 2021 sono stati “congelati” i registri di settore per organizzazioni di volontariato (ODV), associazioni di promozione sociale (APS) e ONLUS. Resteranno in piedi solo per le operazioni di trasmigrazione verso il Registro unico nazionale. Operazioni che, secondo la tempistica del decreto direttoriale n. 561 del 26 ottobre 2021 si dovranno chiudere entro il 21 febbraio 2022.

La trasmigrazione è iniziata da subito per le ODV e le APS iscritte nei rispettivi registri regionali o provinciali. Durante questa fase le istituzioni che gestiscono i registri acquisiranno le informazioni minime da trasferire al RUNTS (es. dati dell’associazione, statuto, atto costitutivo) e completeranno i procedimenti di iscrizione e di cancellazione pendenti alla data del 22 novembre.

Dal 22 febbraio 2022 inizieranno le operazioni di controllo che dovranno concludersi entro 180 giorni, quindi presumibilmente entro il 20 agosto 2022, su tutti gli enti trasmigrati e porteranno ai decreti di iscrizione o di non iscrizione al Runts. La trasmigrazione infatti non assicura l’iscrizione al Registro nazionale che dipenderà appunto dal buon esito o meno dei controlli. Abbiamo visto le fasi dettagliate del controllo in questo articolo 

Dal 24 novembre 2021 per le organizzazioni neocostituite o trasformate in una delle forme giuridiche previste dal Codice del terzo settore è possibile iscriversi direttamente al RUNTS tramite la piattaforma raggiungibile dall’ Area riservata del sito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

L’invio dell’istanza dalla piattaforma del RUNTS è consentito solo al legale rappresentante dell’organizzazione o a quello della rete associativa a cui è affiliata. È inoltre consentito al notaio per quegli enti che contestualmente all’iscrizione vogliono chiedere anche il riconoscimento della personalità giuridica.

Per accedere alla piattaforma occorre identificarsi con il proprio SPID e per inviare l’istanza occorre la firma digitale. SPID e firma digitale sono personali, non possono essere intestati all’associazione.

Servirà inoltre anche una PEC dell’associazione tramite la quale arriveranno le notifiche delle comunicazioni dell’Ufficio regionale del RUNTS dalla piattaforma all’organizzazione . Sarà infatti sempre il portale del Registro unico nazionale il mezzo e il luogo dello scambio di tutte le comunicazioni ufficiali necessarie per istruire la pratica, ad esempio per rispondere alle richieste di integrazione da parte dell’Ufficio regionale.

Per il dettaglio sugli strumenti digitali rimandiamo all’articolo di Cantiere terzo settore. 

Vediamo ora cosa accade agli enti marchigiani

La Regione Marche con DGR 1216 del 05/08/2020 ha istituito l’Ufficio regionale del RUNTS ed ha aperto una pagina dedicata alle operazioni di trasmigrazione di ODV e APS iscritte ai rispettivi registri. 

Via via che le associazioni adeguano i propri statuti alle norme del Codice del terzo settore, vanno inviati in Regione insieme alla scheda del set minimo di dati che l’ufficio regionale del RUNTS sta raccogliendo per le operazioni di trasmigrazione.

Pertanto le ODV e le APS che hanno già inviato tutto non devono fare nulla o potrebbero essere contattate dall’ufficio regionale se occorrono documenti da integrare, per questo è fondamentale controllare gli indirizzi mail forniti nella scheda. È importante ad esempio rimandare la scheda qualora cambino dei dati inviati a suo tempo insieme allo statuto adeguato.

Le associazioni che invece non hanno ancora inviato nulla, devono provvedere ad inviare lo statuto adeguato al Codice del terzo settore e la scheda del set minimo di dati all’ ufficio regionale del RUNTS.

Abbiamo capito quindi che il primo passo da fare è adeguare lo statuto! Tutte le associazioni ODV e APS costituite prima del 3 agosto 2017, se vogliono essere iscritte al RUNTS , dovranno adeguare lo statuto, mentre quelle costituite dopo dovrebbero già avere statuti con tutti i requisiti previsti dal Codice del terzo settore.

L’ adeguamento dello statuto è un argomento importante di cui abbiamo parlato tanto in questi ultimi anni e sono centinaia ormai le associazioni che abbiamo seguito in questo adempimento. La consulenza del CSV continua, in particolare per le ODV e APS che devono trasmigrare al RUNTS.

Nell’area riservata del sito di CSV Marche (previa registrazione) abbiamo messo a disposizione un questionario al termine del quale si possono scaricare i documenti utili per l’adeguamento. Il questionario è disponibile sia per gli enti che per le persone fisiche nella sezione CREA E GESTISCI.
Inoltre è sempre possibile chiedere un supporto agli operatori delle sedi provinciali del CSV. Per i dettagli sulla consulenza consulta questo articolo >>
Anche le associazioni ODV e APS neocostituite che vogliono iscriversi al RUNTS possono contattare le sedi del CSV per chiedere informazioni, supporto e accompagnamento, così come le associazioni generiche costituite ai soli sensi del Codice civile, possono contattare il CSV per valutare l’ingresso nel mondo del terzo settore.


Le FAQ del Ministero
Il Ministero del Lavoro e della Politiche sociali ha creato una sezione FAQ su dubbi e solleciti sollevati riguardo le pratiche relative al Runts. Le FAQ sono consultabili a questa pagina. 

<h5><span style="color: #ffffff;">In questo sito utilizziamo cookie. Accettando acconsenti al loro utilizzo da parte nostra.</span></h5> MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi