Loader

L’Avis provinciale più forte della pandemia

L’Avis provinciale più forte della pandemia

Nonostante la pandemia e altre difficoltà va riconosciuto il merito ai nostri volontari che hanno continuato ad impegnarsi al massimo, contribuendo ad assicurare l’autosufficienza di sangue alla nostra Regione”. A parlare è il presidente dell’Avis provinciale Romano Zenobi in occasione dell’assemblea provinciale a Castelleone di Suasa. “Nel 2021 – aggiunge Zenobi – siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi assegnati ed ora dobbiamo mobilitarci per centrare quelli fissati per l’anno in corso i quali prevedono il raggiungimento di 100105mila unità a livello regionale e 35-36mila nella nostra Provincia, con l’aumento del plasma rispetto al sangue intero”.

L’anno scorso l’associazione ha raggiunto 19.896 soci di cui 19.458 donatori attivi con 1.182 nuovi iscritti e 975 depennati per abbandoni, limiti di età o di salute, e, registrando un leggero aumento rispetto all’anno precedente. Il presidente regionale, Daniele Ragnetti e il direttore della medicina trasfusionale degli Ospedali Riuniti di Ancona, Mauro Montanari hanno evidenziato: “Sta a noi convincere gradualmente i donatori e in particolare quelli appartenenti ai gruppi meno richiesti, ad orientarsi verso la donazione di plasma in vista di chiamate per gruppo sanguigno, che ci devono trovare anche pronti a donare di più.

Articolo di giornale originale de Il Resto del Carlino, pubblicato il 29 Marzo 2022

<h5><span style="color: #ffffff;">In questo sito utilizziamo cookie. Accettando acconsenti al loro utilizzo da parte nostra.</span></h5> MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi